Sciogliere il “nodo” del traffico in stazione a Vicenza: ecco come si può fare

Sharing is caring!

È necessario sciogliere il “nodo” del traffico e della circolazione che s’è aggrovigliato davanti alla stazione di Vicenza. Magari abbassando il livello stradale e facendo scorrere “in trincea” i veicoli da viale Milano a viale Venezia. Si garantirebbe più sicurezza anche ai ciclisti. Allo stesso tempo si può realizzare una passerella per garantire il collegamento pedonale tra viale Roma e la stazione dei treni.

La situazione viabilistica è attualmente critica, infatti, attorno alla stazione: si formano lunghe code di auto e veicoli di tutti i tipi, specie nelle ore di punta, in particolare alla mattina e alla sera. Basta esserci passati dalle 17 alle 19 per capire che quello è diventato uno dei “punti neri” più difficili e sui quali intervenire. Spesso il traffico dalla stazione arriva fino a viale Milano e viale Verona.

La stazione ferroviaria è una calamita che ogni giorno attira diecimila vicentini che utilizzano il treno. Resta ancora incredibilmente senza un deposito bagagli (è inconcepibile  per una città che vuole puntare sul turismo) e neanche un’edicola, con molti spazi vuoti. Il problema maggiore, però, è all’esterno. La viabilità spesso è al collasso e i lavori di sistemazione eseguiti l’anno scorso sul piazzale non hanno, purtroppo, contribuito a risolvere le difficoltà.

La stazione appara staccata dalla città, quasi “murata” da un asse viario molto trafficato, che non permette una reale sicurezza a pedoni e ciclisti. E se alla stazione servono modernità ed un’elevata accessibilità, al suo esterno occorre ripensare completamente la viabilità.

Sono due le esigenze fondamentali: creare una connessione sicura tra la stazione e il centro città, specie per i pedoni che percorrono via Roma, e, al tempo stesso, velocizzare la circolazione delle auto nella zona, eliminando il traffico. Da qui l’idea di riprendere, aggiornandoli, alcune progetti del passato. Prima di tutto vanno separati i pedoni e ciclisti dalle auto. Ecco perché va ripresa l’idea di abbassare il sedime stradale di viale Venezia, lasciando che le auto scorrano in trincea. Va costruita poi una passerella per connettere in sicurezza viale Roma e l’area di Campo Marzo con la zona della stazione. Si tratta di due idee da prendere in considerazione per risolvere il problema del traffico assai sentito dai vicentini.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]