Sicurezza vera

Sharing is caring!

Sicurezza vera
Linee guida per un rafforzamento della sicurezza nei quartieri e per il contrasto al degrado di alcuni luoghi della città

Assistiamo continuamente alle lamentele sulla sicurezza e sul degrado del Sindaco Rucco concentrato solo sull’attribuire responsabilità alla vecchia amministrazione esu operazioni mediatiche di “distrazione di massa”, per nulla invece concentrato sul portare avanti programmi concreti sul cambiamento tanto proclamato in campagna elettorale.
Ricevo continue segnalazioni di cittadini che si dicono preoccupati della situazione che sembra non migliorare mai.
Per questo motivo abbiamo deciso di presentare, come minoranza, una mozione chiamata “Patto per la prevenzione e la sicurezza” della nostra città che comprende un sistema articolato di attività di prevenzione e di dissuasione rendendo la città più sicura e sempre più vivibile.
I dati ci dicono che diminuiscono i reati complessivi nel Vicentino (-11,14%) nei 12 mesi del 2017. Ma in città crescono i furti in abitazione (+17,13%) e le rapine negli esercizi commerciali (+62,50%). 
Questi reati hanno un impatto molto pesante provocando rabbia, insicurezza e paura nelle persone che vedono violata  la propria abitazione o la propria attività.

Dire che l’amministrazione non ha competenze è un grave errore. L’amministrazione può portare alcuni contributi come ad esempio un sistema di controllo varchi di accesso alla città con l’installazione, sulle principali arterie d’ingresso, di telecamere in grado di leggere le targhe delle auto individuando quelle rubate così da  lanciare immediatamente un allarme alla centrale operativa delle Forze dell’Ordine. Tale investimento potrà, in futuro, anche segnalare auto prive di assicurazione, con revisione scaduta o prive dei requisiti ambientali idonei alla circolazione. 
Su questo tema, inoltre, l’amministrazione deve definire infine un piano pluriennale delle assunzioni nel corpo della Polizia Municipale che consenta un clima meno “militarizzato” in città ma parallelamente una presenza più diffusa della Polizia Municipale restituendole  il ruolo di interlocutore dei cittadini nei quartieri e nel centro storico. In questa ottica è necessario istituire al più presto il “Vigile di Quartiere”, partendo inizialmente con alcuni quartieri in via sperimentale, in grado di presidiare il territorio e diventando così un vero strumento di prevenzione oltre che di controllo. 
Istituire un osservatorio comunale sulla “sicurezza e prevenzione” in grado di dare dati oggettivi non solo sul numero dei crimini quanto sui piani attivati e le azioni in corso per il miglioramento della qualità della vita nei quartieri, della sicurezza percepita e del contrasto al degrado.
Infine, potrebbero essere anche particolarmente utili forme di collaborazione con la Vigilanza Privata in particolare durante le ore notturne che, al momento, non sono coperte dal controllo della Polizia Locale.
Sul tema sicurezza, dunque, il contributo che l’amministrazione può e deve concretamente portare è significativo: il Sindaco Rucco deve, pertanto, uscire dall’ottica della mera operazione mediatica da campagna elettorale e dare concreta attuazione ai progetti delineati. Non ci serve un Sindaco presenzialista, assessore alla cultura, Presidente della provincia più attento alla propria carriera politica che problemi della città.

Qui il testo completo: SicurezzaVeraMozione