Uno strumento fondamentale: l’organizzazione del Comune di Vicenza

Sharing is caring!

Venerdì 20 ottobre 2017

Comune di Vicenza verso un’organizzazione efficace, motivante e che metta a frutto le esperienze

Una città intelligente valorizza le persone. Soprattutto le persone che più la conoscono e ne vivono quotidianamente i diversi aspetti. Tra queste persone ci sono sicuramente tutti coloro che lavorano nel Comune di Vicenza. Per ogni organizzazione complessa come è il Comune che eroga servizi rivolti alle persone e alla collettività, le risorse umane sono un fattore fondamentale, anzi sono senza dubbio l’elemento rilevante nel determinare la qualità di un servizio.

Nella mia esperienza, nei diversi ruoli che ho avuto, ho verificato sul campo che se un’organizzazione funziona bene è perché i suoi collaboratori sono fortemente motivati, ne condividono gli obiettivi e la visione, sanno fare squadra e ne sono riconosciuti i meriti e le capacità. Ho parlato di riorganizzazione del Comune come uno dei primi atti fondamentali del nuovo Sindaco proprio perché è attraverso il lavoro dei dipendenti del Comune, il loro coinvolgimento e la loro valorizzazione che miglioreremo la qualità di tutti i servizi.

Ho anche accennato ai temi di un’organizzazione in grado di valorizzare il lavoro di squadra e la formazione continua dei dipendenti. Sono entrambi elementi essenziali che le organizzazioni praticano da tempo e che danno risultati positivi: si lavora meglio, si migliorano e semplificano i processi, si creano gruppi di lavoro trasversali concentrati sulla soluzione dei problemi e non sui singoli aspetti. Insomma è il passaggio dal lavoro a compartimenti stagni ad una organizzazione moderna focalizzata sull’efficacia del servizio, centrata sul cittadino e che valorizza le persone che fanno parte dell’organizzazione.

Un’organizzazione che si fondi sulla valorizzazione delle competenze, sull’autonomia decisionale e sulla costante ricerca del miglioramento. Ogni persona, nei diversi ruoli, da quelli più operativi a quelli dirigenziali, è parte del cambiamento e del miglioramento perché ognuno è esperto nel suo ruolo e può dare il suo contributo alla definizione dei problemi e alla ricerca di soluzioni.

La struttura comunale ha in sé molte competenze: è necessario metterle in rete, fare squadra, concentrarsi sugli obiettivi e condividere la visione. Si generano così le condizioni per un lavoro collaborativo, efficace e che consente di accrescere armonia e serenità nell’affrontare i problemi.

Anche nel mondo delle società partecipate va immaginato un analogo processo di valorizzazione delle competenze e di un rilancio della partecipazione, anche in forme innovative e sperimentali.

Dove le cose funzionano bene si lavora meglio con risultati migliori e di soddisfazione per tutti, per i cittadini per primi.