Primo consiglio comunale: domande senza risposta. Le promesse non valgono già più ….

Sharing is caring!

Prima seduta del consiglio comunale: il mio intervento.

Dopo tanti anni (correva il mandato amministrativo 1990-1995) sono tornato tra i banchi del Consiglio Comunale. Ieri infatti,  28/06 si è tenuto il primo consiglio comunale del nuovo mandato amministrativo, nel quale ho avuto l’onore di rappresentare i cittadini che hanno riposto fiducia in me, ma anche tutti quei cittadini che pur non sostenendomi hanno comunque condiviso molte nostre idee nell’interesse della nostra città. Dopo una lunga e appassionante campagna elettorale, che purtroppo ho perso, sono ora a rispettare l’impegno preso con gli elettori: stare in Consiglio Comunale per una opposizione seria, intransigente ma anche costruttiva. Alla base della quale sta l’amore per la città, per i tanti vicentini che vedono nella istituzione comunale il primo, concreto riferimento per la qualità della loro vita quotidiana. Come opposizione siamo partiti con convinzione e la massima disponibilità anche se le prime uscite pubbliche, tra Parco della Pace, blitz sulla viabilità del “Signore degli anelli” ass. Claudio Cicero e l’idea di chiudere definitivamente la biblioteca di Campo Marzo per fare posto al presidio fisso, della nuova maggioranza e del Sindaco Rucco sono state proprio pessime.
Ho dovuto però ricordare subito al Sindaco quanto aveva promesso in campagna elettorale. Mi sono infatti sentito in dovere di far notare al Sindaco Rucco che non ha mantenuto la parola data prima delle elezioni. Dunque, o la sua parola vale poco o soccombe a chi gli sta intorno. Eppure, sembrava così credibile quando dichiarava con forza alla stampa che se eletto, avrebbe chiesto le dimissioni dei consiglieri che hanno mostrato apertamente posizioni vicine alle peggiori ideologie nazifasciste, omofobe e razziste. Su questi temi non possiamo permetterci di sorvolare, ma solo condannare con fermezza e tenacia.
Segnalo e prendo atto che il Sindaco Rucco non ha pronunciato una sola frase in risposta alle nostre osservazioni.
Continuerò ad impegnarmi per essere dalla parte dei cittadini, dandone rappresentanza e voce. Per questo, chiunque voglia contattarmi, può tranquillamente scrivermi a: info@otellodallarosa.it o iscriversi alla newsletter, qui sul sito.

Nel video qui a fianco l’intervento integrale.


Avanti, insieme!


#dallatuaparte #dallapartedeicittadini