Multe per la sosta – Va semplificato il sistema: no alle doppie multe e a sanzioni per chi è in ritardo

Sharing is caring!

“Addio alla doppia multa per la sosta ed eliminazione della sanzione immediata per chi ha brevi ritardi”. Così il candidato sindaco Otello Dalla Rosa annuncia la volontà di introdurre delle modifiche al sistema di controllo e sanzione della sosta in città per semplificare le procedure e permettere agli automobilisti di conguagliare il pedaggio al termine della sosta – entro un determinato tempo – prima di far scattare la multa. Le modifiche si inseriscono in un più ampio piano che prevede interventi per garantire maggiori opportunità, in particolare a servizio del centro, e agevolazioni.

“L’aumento del numero di sanzioni a Vicenza è legato in particolare all’introduzione di sistemi di prevenzione e sicurezza come in via Aldo Moro. Aspetti sui quali non bisogna fare passi indietro. Ci sono invece ambiti sui quali è utile creare un sistema più umano e più vicino al cittadino. Quello della sosta a pagamento – continua Dalla Rosa – è un tema sentito perché interessa residenti, lavoratori che vengono in città e cittadini e turisti che si recano in centro ad esempio per fare acquisti. Tra questi c’è chi fa il furbo e chi invece semplicemente non riesce a rispettare la scadenza del ticket. Per questo, se da un lato va contrastato il fenomeno dei furbetti, dall’altro dobbiamo andare incontro a chi invece ha pagato, ma è in ritardo. Per farlo va data la possibilità di conguagliare il pedaggio al termine della sosta, entro un determinato tempo, prima che scatti la multa: e questo lo si può fare facilmente con il progressivo aggiornamento delle macchinette per i ticket con sistemi, già in uso in altre città, che permettono, su avviso degli ausiliari della sosta, di pagare la differenza sul tempo anziché prendere subito la multa”.

“Dall’altro lato – prosegue Dalla Rosa – va eliminato il fastidioso sistema della doppia multa, doppio bollettino e doppio pagamento. Va introdotto un sistema che renda tutto più semplice per il cittadino, con un solo bollettino e un solo pagamento. Anche questo si può fare attraverso una convenzione del Comune relativamente al pagamento degli ausiliari della sosta”.

“Un sistema quindi – conclude Dalla Rosa – che al fianco dei necessari controlli sappia anche capire i cittadini che vogliono rispettare le regole. Per questo ausiliari e polizia devono svolgere un ruolo non solo sanzionatorio ma anche di educazione al rispetto delle norme”.